La crema pasticcera perfetta

 

cremaa

Forse dovrei intitolare questo post “Alla ricerca della crema pasticcera perfetta”, quante volte ci siamo ritrovati con una crema piena di grumi che non riusciamo ad eliminare o bruciata sul fondo del tegame. Per questo motivo vorrei affrontare le varie problematiche e suggerire una tecnica molto semplice, ma che dà degli ottimi risultati. La crema pasticcera fa parte delle basi della pasticceria, adatta per farcire moltissimi dolci. I metodi di preparazione e le proporzioni fra gli ingredienti sono variabili a seconda dei gusti e delle caratteristiche che si vogliono ottenere. Se qualcuno conoscesse anche il sistema con il microonde mi piacerebbe approfondirlo.

Ingredienti:

800 g di latte intero fresco, 200 g di panna fresca, 300 g di tuorli (un tuorlo sono circa 20 g), 300 g di zucchero, 35 g di amido di mais, 35 g di farina 00, 1/2 bacca di vaniglia.

Procedimento:

1- Montare i tuorli con lo zucchero (non lasciare mai i tuorli  fermi a contatto con lo zucchero, si formerebbero dei piccoli grumetti). A sbattitura ultimata il colore è giallo pallido e non si notano granelli di zucchero. Aggiungere la vaniglia e a pioggia le farine già setacciate, mescolando bene per evitare grumi. Nel frattempo mettere a bollire il latte con la panna, raggiunto il bollore, unire al latte la montata di uova. 2-  Il battuto rimarrà in superficie senza toccare il fondo della pentola e così si eviterà che attacchi o bruci. Rimestare uniformemente con la frusta e cuocere per circa un minuto. Travasare immediatamente la crema in un altro contenitore immerso in acqua fredda e coprire con pellicola a contatto. Questo procedimento eviterà la formazione di una pellicina dovuta all’evaporazione dell’acqua. Conservare in frigo.

Note:

  • L’amido di mais dà una crema di ottime caratteristiche, anche perché gelatinizza velocemente diminuendo il rischio di bruciature
  • Per ottenere una crema ancora più cremosa sostituire la farina con l’amido di riso.
  • Non usare fecola perché si ottiene una crema vischiosa e collosa.
  • Per la cottura usare una pentola di rame, se si possiede.
  • La polpa della vaniglia non va mai inserita nel latte, ma unita allo zucchero.
  • Coprire sempre la superficie della crema con della pellicola a contatto.

IMG_0231

       

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.