Angel food cake

angel food cake

Angel food cake, una meravigliosa nuvoletta bianca al profumo di zucchero filato, si è proprio così che io vedo questo sofficissimo dolce dall’insolito colore bianco. Una torta fatta di soli albumi, senza tuorli ne grassi, con un gusto estremamente delicato che la rende perfetta per essere farcita e ricoperta dalle più svariate creme, nel mio caso ho scelto una farcitura composta da panna, mascarpone e un po’ di zucchero a velo.

angel food cake

L’angel food cake è un dolce che arriva dagli Stati Uniti e il significato del suo nome è “cibo degli angeli” per la sua particolare leggerezza.

angel food cake

Per fare al meglio l’angel food cake è indispensabile procurarsi l’apposito stampo a bordi alti con tubo centrale cavo che serve a far penetrare il calore fino al centro del dolce. Con lo stesso stampo potrete fare anche la Chiffon Cake all’arancia o al limone

angel food cake

Ricetta tratta dal libro California Bakery

Angel Food Cake

Ingredienti:

  • 190 g di farina 00
  • 300 g di zucchero semolato
  • 450 g di albumi (circa 12 uova)
  • 8 g di cremor tartaro
  • 2 g di sale fino
  • 8 g di zucchero vanigliato

per la crema:

  • 250 g di mascarpone
  • 250 g di panna fresca
  • 2 cucchiai di zucchero a velo

Procedimento:

  • Montare gli albumi in planetaria finché non raggiungeranno la consistenza di una schiuma quasi soda, a questo punto aggiungere il cremor tartaro, lo zucchero vanigliato, il sale e continuare a montare il composto alla massima velocità finché la consistenza sarà ben soda. Nel frattempo unire la farina a 1/3 dello zucchero semolato e setacciare il composto tre volte.
  • Ridurre la velocità della planetaria al minimo e incorporare lo zucchero rimasto, alzare la velocità nuovamente al massimo finché il composto formerà dei picchi. Amalgamare delicatamente gli albumi così ottenuti alla miscela di farina, aggiungendone un po’ alla volta.
  • Riempire lo stampo di impasto, facendo un primo strato e livellandolo con una spatolina. Procedere allo stesso modo con un secondo strato, facendo in modo che il centro risulti sempre più basso dei bordi. Terminare questa operazione infilando una lama di coltello nel dolce, senza toccare il fondo e fare uscire l’aria formando dei cerchi dal centro verso l’esterno.
  • Cuocere a forno preriscaldato e ventilato a 175 °C per 35 minuti. Una volta cotta la torta, capovolgerla immediatamente e lasciarla nel suo stampo anche per una notte intera. Il mattino seguente con una spatola staccare delicatamente i bordi e sformare il dolce.
  • Procedere con la preparazione della crema: basterà unire la panna al mascarpone e allo zucchero a velo, e montare il tutto fino a consistenza desiderata. Tagliare la torta a metà orizzontalmente e farcirla con parte della crema, con la restante parte coprire completamente il dolce e decorare a piacere ( lamponi, fragole, zuccherini colorati o fiori come nel mio caso).

Grazie per essere passata/o sul mio blog, mi piacerebbe se tu mi lasciassi un commento, un consiglio o anche un semplice saluto, qui sotto

 

6 Comments

  • SABRINA RABBIA ha detto:

    un capolavoro degnamente presentato, bravissima!!!!Baci Sabry

  • Gio&Mari ha detto:

    Davvero originale questa splendida torta! E devo dire che le foto le rendono giustizia!
    Un capolavoro aritistico! Brava!!

  • edvige ha detto:

    Ciao, meravigliosa ma io non possiedo la planetaria. Dolci con lo zucchero non vanno bene per me ma la farò per mia figlia ed io assaggerò un pezzetto. La tortiera o stampo ho visto che si acquista solo
    online sia darmi qualche indicazione e la misura magari quella più piccola che si può trovare????
    Grazie per la risposta un abbraccio (la gallina vintage 🙂

    • vanigliaepistacchio ha detto:

      Ciao Edvige, anche se non hai la planetaria puoi usare tranquillamente le fruste elettriche, per quanto riguarda lo stampo ormai lo trovi anche nei negozi, magari quelli più forniti. Per quanto riguarda le misure, penso ce ne siano due, la più piccola dovrebbe essere sui 25 cm di diametro. Grazie a te.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.